Chi siamo - storia della Lost Company - Lost Camp - SoftAir Area

Vai ai contenuti

Chi siamo - storia della Lost Company

Lost Company - e chi l'avrebbe detto....


Quando sette anni fa ci inventammo il Lost Camp - campo da Softair "leggero" non ci immaginavamo che la Lost Company sarebbe diventata ciò che è oggi.

Un Associazione Sportiva piena di vitalità.
Dai quaranta ai quarantacinque giocatori con iscrizione di "primo livello" con una presenza media sul campo di 25/30 giocatori ogni game anche con le condizioni più avverse.
Buona volontà da parte di tutti ed impegno per la crescita fanno della nostra Associazione una delle migliori in cui io abbia giocato. I piccoli errori che inevitabilmente si commettono sono cancellati da buona amicizia non forzata. C'è ancora tanta strada da fare ma questo non ci spaventa.....

il gruppo

Chi siamo e cosa facciamo


Abbiamo deciso di fondare una Associazione con base in un campo di Cadrezzate chiamato LOST CAMP per diffondere questo meraviglioso sport con una concezione nuova.

Nessun limite al numero degli iscritti
ma soltanto regolamentazione delle presenze sul campo.

Giochi organizzati ogni fine settimana al Sabato ed alla Domenica.

Gioco al coperto con Kill House.

Creazione di Team pronti per gareggiare. Formazione fornita costantemente sul campo.
Addestramento fornito anche con sistema LASERTAG.

Giochi riservati a bambini e ragazzi accompagnati dai genitori.

Ampia disponibilità di attrezzatura (mimetiche, protezioni, giberneria ed armi) sul campo. Disponibilità di attrezzatura per SOFTAIR e LASERTAG

Team Building per aziende con giochi complessi e prove stressanti.

COSA SERVE?


Per chi già gioca attrezzatura personale per il Softair o il Lasertag.
Per tutti scarponcini militari, da montagna o da trekking.
Nel periodo estivo si consigliano bevande rinfrescanti e spray antizanzare.
Nel periodo invernale si consiglia un buon maglione o pile e calzettoni.

Mimetica, Giubbino tattico, armi e protezioni
possono essere forniti a richiesta dall'Associazione

CHI PUO' GIOCARE?

Tutti gli iscritti alla associazione in buona salute
(modulo di richiesta iscrizione)
Tutti i membri di altre associazioni previa prenotazione campo
(Accordarsi con Massimo Tel: 331-1188765)

ETA': da 18 anni in sù
Minorenni: benvenuti se accompagnati da un genitore


COSA SONO IL SOFTAIR ED IL LASERTAG

Il softair ed il lasertag sono giochi di simulazione. Vengono simulati combattimenti con l'utilizzo di armi elettriche che sparano pallini di materiale biodegradabile di 6mm. (softair) o emettono raggi infrarossi in grado di colpire sensori personali anche a grandi distanze (fino a 150mt. lasertag)
Entrambi i giochi sono basati sull'onestà dell'individuo e della squadra e questa onestà è ciò che serve per mantenerli stimolanti e divertenti sempre.
Anche se sono solo giochi, non sono da trascurare i regolamenti dei centri che mettono a disposizione i campi, le regole dei tornei e naturalmente le regole di sicurezza di entrambi.


FONDAMENTALI
Non Bersagliare giocatori che siano sprovvisti di protezione agli occhi, una delle regole basi del softair, ma segnalalo in modo chiaro ed udibile al fine di fare sospendere la partita. (gli occhi sono il primo elemento a rischio in questo sport e va tutelato con la massima cura, anche con coperture totali)
Non bersagliare giocatori a distanza ravvicinata tale da potere arrecare danno: in questi casi basta dichiarare "Preso!" o “Sotto tiro!” dalla posizione ci si trova ed e' ovvio che il bersaglio sarebbe stato colpito (il bersagli si dichiarera' a sua volta "COLPITO"). Come si evince da questa regola, la sicurezza si basa molto sulla sportivita' dei giocatori ed e' bene escludere subito player scorretti che potrebbero, con il loro atteggiamento, rendere insicura la partita).
Non bersagliare per alcun motivo animali presenti anche per caso sul terreno di gioco. E' un atteggiamento vergognoso e nello stesso tempo e' reato!
Se vieni colpito dichiaralo subito gridando "COLPITO!", alza le braccia e non esporre il viso, indossa il cappellino rosso, fai capire che sei stato preso. Non e' raro il caso di giocatori bersagliati da raffiche di pallini per non avere fatto capire chiaramente di essere stato colpito! Tieni le mani in alto se non sei fuori dall'area del gioco, o il fucile sopra il capo, e senza rimuovere le protezioni:
i soldati delle retrovie potrebbero bersagliarti nella fuoriuscita dal campo.
Se durante uno scontro ricevi una rosa di pallini senza capire da dove arrivino dichiarati "COLPITO". Nel dubbio e' consigliabile dichiararsi colpiti in quanto si guadagna in onesta' e si evitano interruzioni e discussioni durante la partita. Avrai tempo per rifarti.
Non puntare mai un'arma verso persone al di fuori delle fasi di gioco e metti la sicura all'arma. Potrebbero partire colpi involontari in grado di fare danni a cose o persone.
Bisogna FIDARSI dell'avversario. Non si puo' essere mai sicuri che un colpo realmente sia andato a segno anche se hai sentito il classico rumore dei pallini sulla stoffa. Se si dichiara, bene, altrimenti cerca di ribeccarlo. Capita a tutti di non sentire il pallino che colpisce fra il rumore della raffica, tu che corri, la mimetica o un vestito molto pesante ed anche in buona fede c'è sempre qualcuno che non si dichiara.


Lost Woodland A.S.D. - Codice Fiscale 91070450126 - Gallarate (VA)
Torna ai contenuti